Sirshasana verticale sulla testa

Come fare Sirshasana correttamente

Fai già un corso di yoga e vuoi capire meglio come fare Sirshasana (la verticale sulla testa)? Oppure ti piacerebbe semplicemente fare quest’ Asana (posizione)? Sei un principiante o un esperto? In tutti i casi, in questo articolo ti spiego bene come fare la posizione in modo sicuro, con qualche consiglio, i benefici e le controindicazioni della pratica.

Prima parte

  • Siedi in ginocchio (vajrasana), chiudi gli occhi e rilassati
  • Dopo qualche minuto apri gli occhi e piegati in avanti, poggia gli avambracci a terra o se preferisci su una coperta ripiegata
  • Intreccia le dita delle mani e tieni i gomiti davanti alle ginocchia, la distanza tra i gomiti deve essere la stessa della distanza da ciascun gomito, cioè deve formare un triangolo equilatero
  • Poggia la sommità del capo a terra o sulla coperta, tra le dita incrociate e avvolgi le mani intorno alla testa per creare un sostegno

Seconda parte

  • Solleva le ginocchia e i glutei da terra e raddrizza le gambe
  • Lentamente muovi i piedi portandoli il più vicino possibile al tronco e alla testa, muovendo il tronco verso la posizione verticale
  • Piega leggermente le ginocchia e premi le cosce contro l’addome e la parte bassa del torace
  • Trasferisci il peso del corpo dai piedi alla testa e alle braccia
  • Solleva di circa 30 centimetri un piede da terra, bilanciati con attenzione, poi solleva l’altro piede e stai in equilibrio sulla testa e sulle braccia

Terza parte

  • Piega le ginocchia e solleva gradualmente i polpacci con un movimento controllato
  • Piega le gambe indietro in modo che i talloni si portino verso i glutei, per farlo contrai i muscoli della parte bassa della schiena
  • Le ginocchia ora sono rivolte verso il basso e le gambe sono unite
  • Mantieni la posizione per qualche secondo e mantieni l’equilibrio prima di continuare

Quarta parte

  • Mantenendo i talloni vicino ai glutei, lentamente solleva le ginocchia e le cosce in verticale fino a portarle in linea il tronco
  • Tieni in equilibrio il corpo
  • Lentamente solleva i polpacci e raddrizza le ginocchia
  • Tutto il corpo deve essere su un’unica linea e i piedi rilassati
  • Se ci riesci chiudi gli occhi o tienili fissi in un punto
  • Per lasciare la posizione piega le ginocchia e fai i movimenti in ordine inverso
  • Respira normalmente nella posizione finale

Durata: i principianti dovrebbero mantenere la posizione da 30 secondi a 1 minuto. I più esperti possono tenere la posizione da 3/5 minuti fino a 30 minuti.

Benefici di Sirshasana

Quest’Asana è molto potente per risvegliare Sahasrara Chakra (settimo chakra).

Aumenta l’afflusso di sangue al cervello e alla ghiandola pituitaria, rivitalizzando corpo e mente. Allevia l’ansia e altri disordini psicologici. È consigliata per la prevenzione di asma, febbre da fieno, diabete, disturbi della menopausa. Aiuta a correggere disturbi nervosi e ghiandolari, specie quelli connessi al sistema riproduttivo. Allevia la tensione sulla schiena e la rigenerazione dei tessuti. Aiuta l’ eliminazione di tossine e batteri dai polmoni.

Controindicazioni

Sirshasana non dovrebbe essere praticata da chi soffre di ipertensione, disturbi cardiaci, trombosi, arteriosclerosi, problemi ai reni, glaucoma. Non praticarla durante la gravidanza e il ciclo mestruale.

Consiglio pratico

Sirshasana sembra difficile, ma il segreto è posizionare bene le mani, se le metti a forma di triangolo perfetto con la testa al centro, ti alzerai da terra senza sforzo, prova!

Leggi anche come fare Padmasana, la Posizione del Loto

Se ti interessa avere a portata di mano un libro con più di 600 posizioni yoga, ti consiglio questo libro, per informazioni clicca qui.

 

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon
Tweet 20
fb-share-icon20

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *