Cosa fare quando finisce un amore Intervista ad Enrico Cembran

Una breve intervista ad Enrico Cembran, autore del libro Amore 2.0, trova ciò che merita il tuo amore e lasciati guarire, abbiamo chiesto ad Enrico cosa fare  quando finisce una storia d’amore di coppia, andiamo a conoscere le risposte dell’autore.

quando finisce un amore

Ciao Enrico, tu hai scritto il libro Amore 2.0, trova ciò che merita il tuo amore e lasciati guarire, ti faccio alcune domande sulla fine di un rapporto di coppia:

  1. Cosa fare quando finisce un amore di coppia?

Difficile dare risposte che vadano bene per tutti, ogni amore è un processo affettivo a sé stante.Ti rispondo citando parte del libro Amore2.0, trova ciò che merita il tuo amore e lasciati guarire, il mio secondo libro riguardante la tossicità affettiva. Credo che il primo vero sforzo che andrebbe fatto, nel momento della fine di una relazione di coppia è quello di capire come e soprattutto seguendo quale scopo, possa essere accaduto. Rendendoci conto che in amore non esistono errori, ma solo esperienze programmate dal Sé Superiore forte di una conoscenza transdimensionale, per farci arrivare agli appuntamenti fondamentali delle nostre esistenze nel luogo, circostanza e momento giusto, proponendoci le lezioni e le persone atte a farci maturare. Cogliere queste opportunità o meno farà la differenza, e dipenderà dalla nostra capacità di ascolto e fiducia in questa importante struttura della nostra psiche, ma anche dall’esercizio del nostro sacrosanto Libero Arbitrio che potrà decidere cosa fare, in ogni caso sempre nel modo migliore in rapporto al nostro progetto karmico. Certo, in amore c’è poco posto per la razionalità, tuttavia capire anche il funzionamento del Karma, può aiutare molti di noi ad uscire dai circoli viziosi dell’affettività talvolta malata. Dovremmo riservare eterna gratitudine a tutti coloro che incrociano o hanno incrociato la nostra esistenza. Sono necessari per dare luce alla persona che siamo in questo momento e che è quella che rimane, sempre e comunque, quella attraverso cui la nostra anima si può manifestare, individuandosi. Quella che dovremmo imparare ad amare perché, per l’appunto, è con lei che dovremo vivere a stretto contatto fino all’ultimo dei nostri giorni. Dall’amore reale per sé stessi, nasce la possibilità di amare l’altro, non dipendendo dal suo amore che in questo caso sarebbe una propria semplice proiezione. Dovremmo soprattutto chiederci perché sono arrivati…

Essenze Spirit-In-Nature - Uva - Amore e Devozione
Essenze Spirit-In-Nature – Uva – Amore e Devozione
Acquistalo su SorgenteNatura.it

  1. Secondo te c’è differenza tra come reagisce una donna e un uomo alla fine di un rapporto?

Non credo, perché queste differenze sono tipiche espressioni di una coscienza limitata alla dimensione spirituale in cui stiamo vivendo, nella maggior parte dei casi, quella di Terzo livello. In realtà, la struttura attraverso la quale amiamo è l’anima, di per sé asessuata. Tuttavia è innegabile che lo stereotipo sociale parli (nella maggioranza dei casi) dell’uomo predatore e della donna preda, con ciò proponendo un’immagine a mio modo di vedere, del tutto artificiosa. Aldilà delle maschere imposte dall’Ego, in amore siamo tutti uomo e donna allo stesso tempo. La manifestazione evidente è solo frutto della preponderanza di uno dei due aspetti, aldilà della struttura biologica che, vale la pena di specificare, nel nesso karmico è cangiante.

  1. Come lasciar andare quando si ama ancora?

E’ la parte più difficile del rapporto, almeno finché si ama con una coscienza di Prima, Seconda o Terza Dimensione Spirituale, quelle legate all’amore del possesso. Amare è, secondo me, la capacità di volere talmente bene da accettare che l’oggetto del proprio amore sia libero di non amarci. Detta così, sembra una manifestazione masochistica, in realtà, vibrare a questa frequenza energetica è di per sé terapeutico e soprattutto attraente per un nuovo e probabilmente più gratificante amore, se richiesto. Talvolta può farlo rinascere, proprio nella persona che sfugge.

Cuscino dell'amore
Cuscino dell’amore
Acquistalo su SorgenteNatura.it

  1. Come credere ancora nell’amore di coppia quando si è rimasti delusi?

Crescendo attraverso l’esperienza che l’Universo ha predisposto per la propria crescita. Accettando amorevolmente la propria responsabilità. Nel momento in cui si viene lasciati, si cerca in tutti i modi di negare il dolore o all’opposto, di esibirlo, quale giustificatore sociale. Non si capisce che l’amore siamo noi stessi, insiemi energetici ed in quanto tali, in grado di esprimere delle frequenze vibrazionali che, in fisica subatomica, sono quelle che, attraverso le Energie Sottili, sono in grado di determinare la propria interazione sociale ed affettiva. Vogliamo credere nell’amore di coppia? Va bene! Non vogliamo credere nell’amore di coppia? Va bene! Dovremmo, tuttavia, secondo il mio modesto parere, imparare prima di tutto ad amare noi stessi, con annessa indispensabile Zona d’Ombra. Nella Fisica Quantistica, si attrae ciò che si è, non ciò che si desidera.

5. Visto che prima di tutto bisogna imparare ad amare sé stessi, come si fa ad amare sé stessi?

Amare sé stessi presuppone un grande lavoro di crescita personale ed in ogni caso, è uno stato animico che con il narcisismo non ha nulla a che vedere. Occorre riconoscere tutte le ferite affettive subite nell’accrescimento, accettarle pienamente e realizzare che attraverso esse si sono create quelle incertezze ed insicurezze che ci spingono ad attrarre tutte le persone che, riproponendo lo schema affettivo malato, stimoleranno in noi quella reazione eroica, attraverso la quale cercheremo (inutilmente) di risolvere un irretimento karmico, sovente di tipo familiare. In parole povere, imparare a convivere con i propri limiti e difetti, sapendo che derivano molto da cosa ci è stato fatto e su questo, abbiamo solo una responsabilità esclusiva di tipo karmico (Cielo Anteriore, per chi si interessa di Medicina Tradizionale Cinese). Tuttavia, la scelta di continuare a vivere a quel livello esistenziale diventa una nostra scelta, ancorché inconsapevole (Cielo Posteriore, sempre secondo la Medicina Tradizionale Cinese), della quale, evidentemente, abbiamo la piena responsabilità. Amare sé stessi vuol dire che tutto quello che ci occorre per vivere bene è già dentro di noi, essendo una pura manifestazione della Divinità che ci ha creati, ergo, non ha senso amare per ottenere quello di cui, dentro di noi non riconosciamo l’esistenza. Il discorso è comunque vasto, richiederebbe da solo la scrittura di un libro e la frequentazione di un corso teorica pratico specifico.

Essenza Amore & Luce Spray
Essenza Amore & Luce Spray
Acquistalo su SorgenteNatura.it
Chi è Enrico Cembran

Enrico Cembran, nato a Roma il 22 Novembre del 1957,  medico chirurgo ed odontoiatra. Praticante di arti marziali, trova la  massima espressione nel loro ambito, attraverso il Karate Tradizionale, l’insegnamento della sua tecnica e dei suoi principi da oltre quarant’anni. Membro del Consiglio Direttivo e del Comitato Tecnico di Kids Kicking Cancer Italia Onlus, della quale è tuttora Martial Art Therapist, svolgendo opera di volontariato ospedaliero a favore dei bambini affetti da gravi malattie, fra cui le neoplasie. Dopo aver attraversato un momento molto complicato della sua vita allorché, ammalato di una sindrome relativamente rara. Medico di formazione rigidamente ortodossa, ha  avallato l’applicazione su sé stesso protocolli farmaceutici molto aggressivi. Tali terapie, oltre a non risolvere il problema, hanno fatto precipitare la sua situazione di salute. Ha saputo dire basta, riappropriandosi del diritto di decidere della propria salute, ricominciando a studiare la Medicina con spirito e mentalità del tutto nuove. Questo processo di crescita interiore  ha consentito  ad apprendere filosofie mediche non convenzionali che hanno apportato un graduale ritorno alla normalità, seppur con un grave stato di ipoacusia. Ha trasformato tutto ciò in una opportunità di crescita interiore. Studia con passione la medicina del benessere, la nutrizione consapevole, le dinamiche mentali, la meditazione e la visualizzazione terapeutica, la respirazione consapevole e terapeutica da oltre dieci anni. E’ Reiki Master secondo il metodo codificato da Mikao Usui , che ha introdotto nella sua pratica professionale di tipo olistico. Conferenziere e formatore di queste tematiche, scrittore di articoli su riviste del settore e di libri. L’Antroposofia, è la filosofia attraverso la quale ha modificato taluni aspetti molto rigidi della propria mentalità. Attraverso questo cambiamento ha potuto acquisire quella centratura che ha consentito di portare la sua guarigione, se non altro, negli aspetti più invalidanti della sua malattia. Questo processo l’ ha riconnesso permanentemente con quel bisogno di spiritualità che esisteva in sé, costantemente oppresso da una coscienza inopportunamente straripante.

Libri di Enrico Cembran

I libri possono essere acquistati inviando una e-mail ad enricocembran@gmail.com, il ricavato andrà a sostenere alcune Onlus e progetti di utilità sociale come “Aiutiamo Elisa”

cosa fare quando finisce un amore

 

cosa fare quando finisce una relazione

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: