Guarire con il Potere di Adesso – da Eckhart Tolle

Il Potere di Adesso è l’accedere all’Essere, Vero Sé o Dio, puoi chiamarlo nel modo che vuoi. È l’esperienza di comprendere che, oltre la mente egoica, c’è dell’altro e che quell’altro sei tu Vero. Non che l’ego sia falso, ma è solo una costruzione effimera che come nasce, muore. L’essenza, invece, il vero Essere è eterno. In questo articolo, attraverso l’esperienza di Eckhart Tolle andiamo a scoprire come l’Adesso può farci guarire, che sia un disturbo fisico o psicologico.

Chi è Eckhart Tolle

guarire

Tolle è nato in Germania, vissuto in Inghilterra e ha avuto una vita alquanto triste, poi, una notte del 1977 a 29 anni dopo un lungo periodo di depressione si svegliò in preda ad un attacco di panico e si chiese: “Chi è questo io che non può vivere col sé? Cos’è il sé’?” Poi si sentì attirato nel vuoto e la mente si era dissolta. Il giorno dopo si svegliò in una grande pace. Rimase per tanto tempo senza lavoro, senza casa, ma restava in uno stato di grazia incomprensibile. Più avanti cominciò a comunicare la sua esperienza e scrisse Il Potere di Adesso, una guida all’illuminazione spirituale. Successivamente un Nuovo Mondo, dove approfondisce gli argomenti trattati nel primo.

Cos’è il Potere di Adesso

“L’ Essere non è solo oltre, ma anche profondamente dentro ogni forma come la sua più profonda, invisibile e indistruttibile essenza. Questo significa che è accessibile a voi. Adesso, come il vostro sé più profondo, come la vostra vera natura. Ma non cercate di afferrarlo con la mente. Non provate a comprenderlo. Potete conoscerlo solo quando la mente è tranquilla. Quando siete presenti, quando la vostra attenzione è pienamente e intensamente nell’ Adesso, l’Essere può essere sentito, ma non può mai essere compreso mentalmente”. Dal Potere di Adesso

Dunque il Potere di Adesso è il Presente, l’unico momento per Essere. La mente vive nel tempo, passato e futuro si avvicendano nella mente facendoci perdere il presente. La mente dice Tolle, è uno strumento prezioso se però è utilizzata nel modo giusto: “il punto non è tanto che voi utilizzate la mente nel modo sbagliato, quanto che non la usate affatto, è la mente che vi usa…Questa è la malattia…L’inizio della libertà è la realizzazione che voi non siete l’entità che vi possiede, colui che pensa. Saperlo vi consente di osservare tale entità. Nel momento in cui cominciate a osservare colui che pensa, si attiva il più elevato livello di coscienza”.  Tolle consiglia di allenarsi nella vita quotidiana attraverso le attività che fai normalmente come mezzo di attenzione consapevole, per esempio quando ti lavi le mani, presta attenzione ad ogni movimento, alla tua respirazione, sii totalmente presente.

Cos’è l’Ego

Il termine Ego può avere diversi significati ma Tolle lo usa per indicare il “Falso sé”, cioè creato dall’identificazione inconsapevole con la mente. Per l’ego il momento presente quasi non esiste, solo il passato e il futuro sono importanti perché senza di essi non sa chi è.

La reazione del corpo alla mente

Quando Tolle parla di “mente” include non solo il pensiero, ma anche le emozioni e tutti gli schemi reattivi mente- emozioni: “l’emozione nasce nel punto d’incontro tra corpo e mente. È la reazione del corpo alla mente o, si potrebbe dire, un riflesso della mente nel corpo… Più vi identificate con il pensiero, …con i vostri giudizi e interpretazioni, …più forte sarà la carica emozionale…se non riuscite a provare emozioni, prima o poi ne avrete esperienza a un livello puramente fisico, sotto forma di disturbo o di un sintomo..Prendete l’abitudine di chiedere a voi stessi: che cosa sta avvenendo dentro di me in questo istante? …Ma non analizzate, soltanto osservate…percepite l’energia dell’emozione”.

Il Corpo di Dolore

Eckhart Tolle parla del Corpo di Dolore come un’entità invisibile che si nutre della nostra energia e nasce dalle emozioni negative di tutti noi, Vadim Zeland parlerebbe di “egregore” cioè forme pensiero. Qualsiasi emozione negativa come rabbia, paura, odio, gelosia, invidia, che non sia completamente vista per ciò che è nel momento presente, non si dissolve completamente e lascia un resto di dolore che si unisce ad altro dolore dentro di te. Il Corpo di Dolore per vivere ha bisogno di nutrirsi di altro dolore (o sofferenza).

Come fare a non creare più dolore e sofferenza nutrendo il Corpo di Dolore? La risposta è la consapevolezza nell’Adesso.

“La chiave è di essere in uno stato di connessione permanente con il vostro corpo interiore…ciò vi farà rapidamente approfondire e trasformare la vostra vita”.

Essenza Energia Spirituale di Guarigione
Essenza Energia Spirituale di Guarigione
Acquistalo su SorgenteNatura.it
 

Una meditazione per guarire

Questa semplice meditazione proposta da Eckhart Tolle aiuta a guarire, ma non sostituisce la pratica costante dell’attenzione consapevole nell’Adesso, ne avresti solo un effetto temporaneo.

“Quando sei senza niente da fare per qualche minuto, e specialmente come ultima cosa la sera prima di addormentarsi e come prima cosa la mattina prima di alzarti, potete “inondare” di consapevolezza il vostro corpo. Chiudete gli occhi. State distesi sulla schiena. Scegliete all’’inizio parti diverse del corpo su cui focalizzare brevemente la vostra attenzione: mani, piedi, braccia, gambe, addome, torace, testa, ecc. Percepite nel modo più intenso possibile l’energia vitale dentro tali parti. Soffermatevi su ciascuna parte per una quindicina di secondi…Quindi lasciate scorrere più volte la vostra attenzione attraverso il corpo come un’onda, dai piedi alla testa e ritorno. Questo richiede appena un minuto circa. Dopo di che percepite il corpo interiore nella sua totalità, come un unico campo di energia. Sostenete questa sensazione per qualche minuto. Dovete essere intensamente presenti durante questo periodo, presenti in ogni cellula del corpo”.

Se ti riesce difficile concentrarti sul corpo interiore focalizzati sulla respirazione. La respirazione consapevole ti metterà subito in contatto con il corpo.

Trasforma la malattia e la sofferenza in Illuminazione

Tolle, come altri maestri spirituali, parla della “situazione di vita”, diversa dalla vita vera. Cioè i problemi che hai, le malattie ecc., fanno parte della tua situazione di vita.

“…al di sotto delle varie condizioni che compongono la vostra situazione di vita, che esiste nel tempo, vi è qualcosa di più profondo, di più essenziale… il vostro Vero essere nell’ Adesso senza tempo.  Non essendovi problemi nell’ Adesso, non vi è neppure la malattia. Crederlo è un’etichetta che qualcuno mette sulle vostre condizioni per mantenerle. Focalizzandosi in questo istante ed evitando di etichettarlo mentalmente, la malattia si riduce ad uno o a più di uno di questi fattori: dolore fisico, debolezza, disagio o invalidità. Ciò è ciò a cui vi arrendete ora. Non vi arrendete alla malattia. Permettete alla sofferenza di spingervi al momento presente, in uno stato d’intensa presenza consapevole. Usatela per l’illuminazione”.

Per approfondire:

 

 

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: